Monumento ai caduti per la Resistenza a Brescia

Secondo il bando di concorso il mo­numento avrebbe dovuto sorgere sull'area di un giardino pubblico compreso tra il corso Magenta e la via Calìni, nel centro storico della città. Questo giardino è circondato da edifici a carattere monumentale e comprende diversi alberi molto belli. Il monumento progettato si presen­ta all'esterno come un muro bianco continuo, all'interno è costituito da una serie di percorsi che vogliono rappresentare una città ideale; nel loro insieme essi ricordano sia la forma del labirinto, sia le soluzioni della scenografia prospettica. Un piccolo palco, posto al margine del giardino, consente di leggerne dal­l’alto l'ordine planimetrico.
Le pareti e la pavimentazione sono in calcestruzzo armato di cemento bianco levigate a flessibile. Lungo le pareti longitudinali del recinto è scavato il canaletto di raccolta del­le acque piovane. Gli "isolati" sono a fondo di tappeto erboso di diver­se qualità. La pietra che porta l'epi­grafe, e che si trova al centro del quadrivio, è un blocco lucido di marmo bresciano.

Giorgio Grassi · Monumento ai caduti per la Resistenza a Brescia
Giorgio Grassi
Giorgio Grassi · Monumento ai caduti per la Resistenza a Brescia
Giorgio Grassi
Giorgio Grassi · Monumento ai caduti per la Resistenza a Brescia
Giorgio Grassi
Giorgio Grassi · Monumento ai caduti per la Resistenza a Brescia
Giorgio Grassi
Giorgio Grassi · Monumento ai caduti per la Resistenza a Brescia
Giorgio Grassi
Giorgio Grassi · Monumento ai caduti per la Resistenza a Brescia
Giorgio Grassi
Giorgio Grassi · Monumento ai caduti per la Resistenza a Brescia
Giorgio Grassi
Giorgio Grassi · Monumento ai caduti per la Resistenza a Brescia
Giorgio Grassi
Giorgio Grassi · Monumento ai caduti per la Resistenza a Brescia
Giorgio Grassi
Giorgio Grassi · Monumento ai caduti per la Resistenza a Brescia
Giorgio Grassi
×