CAMPUS V(i)ert CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DEL POLO SCIENTIFICO DELL'UNIVERSITA' DI UDINE AI RIZZI

Il tema di progettazione proposto nasce dalla constatazione che l’area del polo scientifico risulta essere un enclave, ma non un campus, un’isola urbana immensa, in una periferia ancora in espansione, un insieme di frammenti poco o male collegati fra loro, con aree intercluse non abbastanza o non ben utilizzate, spazi aperti poco qualificati, aree a parcheggio elementari, accessibilità ciclo-pedonale difficile.

Paolo Galante, Francesco Ciprian, Lorenzo Passera · CAMPUS V(i)ert CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DEL POLO SCIENTIFICO DELL'UNIVERSITA' DI UDINE AI RIZZI
Paolo Galante

Campus V(i)ert nasce dall'idea di creare un luogo in sintonia con la città di Udine, capace di dialogare con le sue funzioni ed i cittadini attraverso spazi verdi salutari e piacevoli.
Al fine di valorizzare le qualità proprie di un campus universitario in un ambiente cittadino, hanno assunto particolare rilevanza due assi principali corrispondenti a due relativi coni visuali che garantiscono collegamenti visivi significativi ; il primo con il centro urbano (castello , chiesa Rizzi) , il secondo con il territorio (profilo montano) . L'asse relativo alla vista Castello è sottolineato dalla continuità della terrazza esterna dell' università con un nuovo percorso ciclo-pedonale. Nonostante l'inserimento di nuove strutture la vista è garantita e sottolineata allo stesso tempo. Il secondo cono visuale si sviluppa attraverso un grande parco dove l'impiego di Pioppi Cipressini e Gelsi lasciano libera la vista incanalando lo sguardo al paesaggio montano. Arbusti bassi, invece, delineano i tracciati dei campi preesistenti all’intervento. L'ingresso al parco è segnalato, nel fronte stradale, dall’inserimento di un nuovo volume, con funzione di mensa e biblioteca , che da origine ad una piazza coperta fruibile. La qualità di un campus universitario , che si è individuata come fondamentale, è quella di dare all'uomo la possibilità di vivere con serenità gli spazi aperti intesi come componente inscindibile dallo spazio didattico vero e proprio. Il contatto diretto tra il campus è la città è offerto dalla possibilità data ai cittadini di fruire di questi spazi completati da funzioni di interesse pubblico come l'auditorium e
campi sportivi.
All'interno del Campus è vietata la circolazione di automobili e ciclomotori salvo mezzi spe ciali e di emergenza . Le aree di parcheggio macchine sono garantite ai confini del Campus ovvero in corrispondenza dell 'ingresso Palacus e di Via Pasolini dove viene realizzato un terminal multipiano con facciate verdi.
Questa necessità funzionale è stata sfruttata per risolvere quello che doveva
essere il nodo di accesso principale. Il terminal multipiano articola nello spazio la terrazza universitaria esterna essendo a sua volta disegnato da un terrazzamento verde . Nuovi percorsi ciclabili mettono in relazione il Campus alla rete verde circostante dei Rizzi, Parco Cormor , Parco Ardito Desio (PEEP ovest) e all'Ospedale Santa Maria .
Sono inoltre stati inseriti nuovi edifici atti a soddisfare il presente bisogno di aule studio , laboratori e serre .

Paolo Galante, Francesco Ciprian, Lorenzo Passera · CAMPUS V(i)ert CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DEL POLO SCIENTIFICO DELL'UNIVERSITA' DI UDINE AI RIZZI
Paolo Galante

×