Ampliamento della struttura scolastica e nuova sala polivalente a Gletterens

Concorso 2014

AREA Architetti Associati Pauro-Fregoni · Ampliamento della struttura scolastica e nuova sala polivalente a Gletterens
AREA Architetti Associati Pauro-Fregoni

Approccio urbanistico generale e rapporto con il paesaggio.
Il lotto di concorso è situato ai confini dell’insediamento e si apre a est e a sud-est al paesaggio agricolo. L’insediamento si snoda prevalentemente lungo la via principale e si presenta frammentato soprattutto ai confini.

AREA Architetti Associati Pauro-Fregoni · Ampliamento della struttura scolastica e nuova sala polivalente a Gletterens
AREA Architetti Associati Pauro-Fregoni

La campagna coltivata, trapuntata da rari alberi, e le alpi, visibili nel lontano orizzonte, costituiscono gli elementi naturali di riferimento. Unici punti di riferimento rilevanti del costruito umano sono, invece, la chiesa con il campanile, l´edificio del municipio, e la scuola esistente.

AREA Architetti Associati Pauro-Fregoni · Ampliamento della struttura scolastica e nuova sala polivalente a Gletterens
AREA Architetti Associati Pauro-Fregoni

Il progetto per l’ampliamento della scuola e per la costruzione della palestra offre l’opportunità di realizzare un sistema di spazi pubblici urbani capace di valorizzare i principali riferimenti esistenti creando al contempo nuovi elementi di riferimento, e di orientamento.
Le relazioni con il costruito esistente si concretizzano oltre che con la creazione di nuovi luoghi pubblici, anche attraverso mirati scorci visivi, orientati su elementi caratterizzanti il luogo: il campanile della chiesa verso ovest, la campagna verso est e le catene montuose a sud.

AREA Architetti Associati Pauro-Fregoni · Ampliamento della struttura scolastica e nuova sala polivalente a Gletterens
AREA Architetti Associati Pauro-Fregoni

La nuova edificazione vuole inoltre proseguire e completare la geometria dell’insediamento residenziale localizzato a sud. Tale geometria è costituita da una sequenza di volumi posti a distanze regolari e sfalsati tra loro. I nuovi volumi si inseriscono nella geometria riprendendo la logica dello sfalsamento che consente la creazione di spazi aperti, chiaramente definiti, dedicati alle diverse attività. Attraverso la loro maggiore dimensione, i volumi nuovi fissano il limite terminale della sequenza.

L’insieme architettonico aumenta la compattezza dell’insediamento verso est e delinea chiaramente il confine che divide il paesaggio costruito da quello agricolo circostante, instaurando un rapporto di reciproca valorizzazione.

Gli spazi e i percorsi esterni. L’intervento è costituito da due nuovi volumi: la scuola materna (enfantine) e la palestra. I due volumi, insieme a quello della scuola esistente, delimitano uno spazio pubblico di aggregazione e di ingresso alle diverse funzioni. I percorsi di accesso a tale spazio pubblico sono essenzialmente tre: dal parcheggio posto a ovest, asse principale; dal parco giochi vicino alla scuola esistente; dallo spazio per la ricreazione e per l’attività sportiva all’aperto posto a est.

Su questa nuova piazza pubblica centrale si aprono gli ingressi alle due scuole e alla palestra. La scuola esistente infatti ottiene, tramite l’introduzione di una porta nella vetrata posta a est, un ulteriore ingresso dalla piazza. Da qui si entra nello spazio di ingresso esistente.

I due nuovi volumi sono stati accostati all’angolo in modo da formare una sorta di fenditura attraverso la quale passa il percorso di collegamento fra le diverse aree aperte. In entrambe le direzioni di movimento, la fenditura concede al passante la vista di particolari ritagli del paesaggio, come un cannocchiale: procedendo verso est viene inquadrato il gruppo di edifici con la chiesa e il municipio, nell’altra direzione un tratto di campi coltivati. In tal modo il paesaggio costruito e quello rurale penetrano all’interno dello spazio urbano e legano indissolubilmente le nuove strutture al luogo.

Proseguendo il percorso verso sud si cammina lungo un asse alberato, che dalla zona ricreativa e sportiva, posta a est del complesso scolastico, si estende lungo il confine del lotto. Sempre lungo tale asse si attraversa un nuovo parco pubblico dotato di sinuosi percorsi ludico-ricreativi e giochi d’acqua. Quest´area libera, dedicata a parco pubblico, rimane a disposizione per futuri ampliamenti delle aree sportive o della scuola.

Proseguendo si giunge a un elemento architettonico lineare, un belvedere coperto che incornicia l’orizzonte montuoso. Esso funge da contrappunto architettonico al volume della palestra e definisce il confine sud del parco stesso. In occasione delle manifestazioni sportive tale elemento può accogliere un chiosco mobile per la distribuzione di bevande e una serie di tavoli e sedute per i visitatori. In altre occasioni esso offre uno spazio coperto e ombreggiato, adatto allo svolgimento di feste con bambini, orientato verso il parco pubblico.

Il percorso termina infine presso l’area del campo sportivo in uno spazio di aggregazione aperto, lastricato, dedicato agli spettatori e agli sportivi, caratterizzato dalla presenza centrale di un albero ad alto fusto e da una serie lineare di sedute. Qui si trovano anche il bunker e l’adiacente parcheggio.

Gli spazi interni e la distribuzione funzionale. Le funzioni della scuola materna (enfantine) sono state integralmente sistemate all´interno del nuovo edificio scolastico, mentre le funzioni della scuola elementare (primair) vengono ospitate, tramite alcuni adattamenti minori, all´interno dell´edificio scolastico esistente.

Tale distribuzione consente un chiaro riconoscimento delle scuole per le diverse fasce di età oltre a permettere una altrettanto chiara definizione degli spazi esterni dedicati ai bambini più piccoli e a quelli meno piccoli.

La particolare disposizione dei volumi e l’organizzazione regolare degli spazi interni é stata studiata per concedere la massima flessibilità nella distribuzione delle funzioni. Infatti la scelta funzionale di separazione delle diverse fasce d´età può essere modificata, se necessario, senza dover operare alcun adattamento del sistema architettonico.

All’interno il nuovo edificio scolastico si presenta come uno spazio flessibile, diviso unicamente da sistemi di arredo e dotato di una zona centrale multifunzionale: una sorta di piazza interna, affacciata sul giardino tramite ampie aperture vetrate.
Lo spazio per la piccola palestra (ritmique) è stato posto nelle immediate vicinanze dell’ingresso, da dove è possibile l’accesso diretto, senza interferire con le altre attività

Nell´interrato é stato progettato un sistema di percorsi per il collegamento fra le due scuole e fra queste e la palestra.

La palestra risulta pertanto facilmente raggiungibile dagli alunni, sia dall´esterno, dalla nuova piazza di ingresso, sia dall´interno attraverso i percorsi interrati che raggiungono direttamente gli spogliatoi e il campo da gioco.

La palestra é stata infatti posta a circa 3 m al di sotto del piano di campagna. Tale espediente ha ridotto l´impatto urbanistico e paesaggistico del volume, altrimenti di considerevoli dimensioni. Inoltre ha concesso la creazione di un interessante spazio di ingresso posto al livello della piazza esterna. Alla stessa quota della piazza, si trova poi lo spazio per gli spettatori che, posizionato in continuità con il foyer, concede la vista della palestra già dall´ingresso.

Aspetti tecnici e tecnologici, struttura e materiali. I nuovi edifici sono tecnicamente concepiti nella logica di uno sviluppo sostenibile. Al fine di garantire il comfort termico sia invernale che estivo, per una acustica ottimale e per gli aspetti della prevenzione incendi é stata scelta una costruzione mista in legno e calcestruzzo. Per le parti in legno si utilizzerà legname indigeno. Il legno é un materiale naturale e rinnovabile. Gli involucri edilizi otterranno una capacità di isolante con la quale saranno raggiunti gli obiettivi energetici Minergie classe.... Le superfici vetrate degli edifici non superano 1/3 delle superfici opache. Il consumo energetico sarà ridotto anche grazie all’utilizzo di apparecchi ad alta efficienza energetica e di sistemi di riscaldamento che utilizzano fonti di energia rinnovabile.

×