Riqualificazione di edificio scolastico di Collosomano per la costituzione di un polo unico per scuola primaria

“Obiettivo del concorso di idee è l’acquisizione di una proposta progettuale che consenta la riqualificazione edilizia dell’edificio scolastico, Pieri Menis, in un Polo unico per la Scuola Primaria.
La proposta progettuale oltre a perseguire la riqualificazione delle strutture e degli spazi esistenti si prefigge anche di organizzare in modo funzionale lo scambio dei rapporti interni al Polo scolastico sia per quanto riguarda gli aspetti amministrativi che quelli dell’insegnamento".

Manuela Stroppolo, Silvia Peloso, Giulio Merluzzi, Jacopo Galante, Paolo Galante · Riqualificazione di edificio scolastico di Collosomano per la costituzione di un polo unico per scuola primaria
Paolo Galante

Per perseguire le finalità del concorso sono stati eseguiti vari sopralluoghi dai quali sono emerse tutte le criticità ed anche le potenzialità degli edifici e delle aree oggetto di intervento.
L’edificio scolastico e gli annessi impianti sportivi sono in uso dagli anni 1980/81, realizzati a seguito degli eventi sismici del 1976, da quegli anni hanno subito, come riferito nelle premesse del bando, interventi di manutenzione straordinaria ed ordinaria che hanno comportato sostituzioni ed aggiunte ai manufatti edili, sarà quindi posta particolare attenzione nella scelta dei materiali ed alla posa in opera al fine di garantire la qualità degli interventi e limitarne la manutenzione.
L’analisi progettuale ha individuato come prioritaria la necessità di connotazione dei locali della scuola esistente, attualmente utilizzati in modo improprio, con l’ampliamento della zona d’ingresso alla vecchia scuola e la nuova realizzazione.
L’elemento architettonico che ottempera a tale esigenza è caratterizzato dall’edificio “ cerniera” nel quale vengono realizzati gli spazi di cui la struttura esistente è carente.
La progettazione degli elementi dinnanzi evidenziati è stata redatta nell’ottica di ottemperare alle richieste specifiche del bando di gara, sia dal punto di vista della fruizione che della fattibilità tecnico-economica, così come meglio descritta nella presente relazione e computo sommario di spesa

Manuela Stroppolo, Silvia Peloso, Giulio Merluzzi, Jacopo Galante, Paolo Galante · Riqualificazione di edificio scolastico di Collosomano per la costituzione di un polo unico per scuola primaria
Paolo Galante

L’analisi del sito e dell’intorno dell’area di progetto ha portato a considerare altamente plausibile, anzi necessario, nella articolazione dell’ipotesi progettuale, la realizzazione di una nuova viabilità interna di accesso alla scuola e la realizzazione di nuovi corpi di fabbrica per le aule.
L’accesso veicolare deve consentire la sosta degli autoveicoli del personale insegnante e la percorrenza degli spazi attigui all’ingresso della scuola in modo sicuro e fluido in modo da permettere di eseguire tutte le operazioni di sbarco dei bambini, in modo sicuro e protetto in caso di condizioni atmosferiche avverse.
La posizione delle preesistenze ed il ruolo delle aree di progetto, combinata con le indicazioni di massima e le condizioni di viabilità veicolare e pedonale, ha suggerito quindi di articolare la proposta di intervento nei seguenti ambiti:
• Ampliamento ingresso edificio scolastico esistente ( realizzazione di uffici ed aule insegnanti, nuova distribuzione interna dei locali adibiti a segreteria, cucina, bidelleria, riorganizzazione degli spazi adibiti ad auditorium, realizzazione ascensore al posto del montavivande, aule utilizzate per le classi del secondo ciclo - III, IV e V );
• Nuovo corpo di fabbrica denominato “ cerniera” in quanto elemento di unione tra la struttura esistente ed il nuovo corpo di fabbrica adibito ad aule e servizi annessi ( al piano terra viene realizzato il nuovo ingresso per la parte nuova delle aule, inoltre sia al piano terra che al piano primo, gli spazi saranno arredati in modo tale da permettere ai bambini di effettuare la ricreazione o avere a disposizione uno spazio giochi) ;
• Nuovo corpo di fabbrica, ubicato ad est, per la realizzazione delle nuove aule atte ad accogliere le classi del primo ciclo - I e II - e la realizzazione al piano interrato della mensa ( le aule vengono realizzate in corpi di fabbrica separati in modo da creare delle cortine organizzate per essere utilizzate come spazio gioco con accesso diretto dalle aule stesse).
• Parcheggi, viabilità interna e collegamento ai percorsi ciclabili esistenti sono concepiti in modo tale da rendere la viabilità veicolare il più fluida possibile al fine di evitare interferenze con le aree di sbarco ed imbarco dei bambini in prossimità degli ingressi alla scuola. L’accesso all’area, pur rimanendo nella sede attuale, viene adeguato per sopperire alle nuove esigenze ed è prevista una nuova dislocazione degli spogliatoi dell’impianto sportivo.
Per facilitare la comprensione delle scelte operate si procederà alla elencazione per punti dei principali argomenti e considerazioni posti a base della ipotesi di progetto presentata.

Manuela Stroppolo, Silvia Peloso, Giulio Merluzzi, Jacopo Galante, Paolo Galante · Riqualificazione di edificio scolastico di Collosomano per la costituzione di un polo unico per scuola primaria
Paolo Galante

Considerazioni alla scala edilizia.
EDIFICIO ESISTENTE
• L’edificio è stato realizzato negli anni ’80 ed ha svolto egregiamente la sua funzione. Nell’intervento progettuale viene presa in considerazione la possibilità di effettuare alcuni piccoli interventi all’interno dello stesso al fine di migliorarne la fruibilità in funzione delle nuove esigenze direzionali dell’istituto scolastico, Vista la necessità di ulteriori spazi da adibire ad uffici dell’istituto comprensivo ed ulteriori locali a servizio degli impiegati e dirigenti, per non alterare l’architettura dell’edificio, si è ritenuto corretto ampliare solo al piano terra e per un piano soltanto l’area in prossimità dell’ingresso già attualmente adibita ad uffici. Tale intervento, abbinato alla nuova realizzazione dell’edificio ”cerniera”, permette uno sdoppiamento del nuovo ingresso in modo da garantire in futuro, per eventuali nuove esigenze funzionali, due accessi indipendenti ma centrali. I laboratori vengono mantenuti all’ultimo piano e saranno raggiungibili e fruibili tramite il nuovo ascensore.
EDIFICIO “ CERNIERA”
• Si è voluto indicare con il termine “ cerniera” l’edificio che vuole essere il centro tra la vecchia scuola e le nuove aule. Al piano terra è previsto l’ingresso alla scuola per l’accoglimento dei bambini ma non solo, sia al piano terra che al piano primo sono stati realizzati degli spazi attrezzati con elementi di arredo modulari affinché possano utilizzarli per la ricreazione o come spazio gioco qualora non sia praticabile il giardino esterno. Gli elementi in poliuretano espanso sono rivestiti con materiale atossico e gli elementi possono essere utilizzati sia come sedute durante le lezioni o per intrattenimenti oppure impilati per realizzare “ muri” di separazione per dividere l’ambiente ed utilizzarlo per altri usi. L’edificio in cui i bambini accedono alla scuola, nell’intenzione progettuale, deve presentarsi il più aperto ed accogliente possibile, quindi oltre all’ampio affaccio verso la sottostante campagna a sud, la sporgenza del corpo di fabbrica a nord crea sull’ingresso un ampio spazio coperto. Al piano più alto ( al livello dei laboratori dell’edificio esistente) è stato realizzato uno spazio da adibire eventualmente a laboratorio fotografico od astronomico.
NUOVE AULE
• La necessità di creare nuovi spazi da adibire ad aule, la presenza di una struttura esistente omogenea e molto compatta con ampi spazi all’aperto ma con poca privacy, un attento studio delle vedute dell’area del complesso scolastico nonché la stratigrafia dell’intorno, hanno suggerito la realizzazione delle nuove aule strutturata in moduli isolati tali da permettere una certa reciprocità tra lo spazio interno e lo spazio esterno per cui gli studenti possono vivere l’aula sia al chiuso che all’aperto. Gli spazi esterni alle aule sono strutturati con opportune installazioni e materiali di finitura per essere utilizzati come elementi di gioco e di apprendimento ( pareti in lavagna, ecc.). L’affaccio a sud permette una ottimale illuminazione naturale delle aule e le ampie vetrate sono dotate di opportuni sistemi di ombreggiamento con regolazione automatica ( impianti domotici). I locali destinati a servizi e depositi sono stati collocati nella parte nord dell’edificio.
MENSA
• Il locale mensa è collocato al piano seminterrato dell’ala nuova ad est del complesso. Anche se parzialmente interrato gode di un ampio affaccio verso il giardino a sud ed il corpo di fabbrica aggettante diventa elemento unico con i “ cortili” delle aule sovrastanti. Il corpo di fabbrica ospita anche i locali adibiti a cucina e deposito oltre ai servizi igienici e ripostigli. Gli accessi alla mensa sono ubicati agli estremi della stessa. L’accesso ad est, adiacente i nuovi parcheggi, permette un ottimale accesso per l’approvvigionamento della stessa.

Manuela Stroppolo, Silvia Peloso, Giulio Merluzzi, Jacopo Galante, Paolo Galante · Riqualificazione di edificio scolastico di Collosomano per la costituzione di un polo unico per scuola primaria
Paolo Galante

SPAZI APERTI
• Gli spazi adibiti a gioco e ricreazione, per quanto concerne l’edificio esistente, sono oggetto di interventi di manutenzione ed adeguamento. Sono previsti interventi di recitazione in prossimità di declivi o pendii potenzialmente pericolosi ed inoltre è previsto l’inserimento di elementi in legno per il gioco singolo o collettivo appositamente studiati per i bambini di età scolare.
• Gli spazi adiacenti le aule del fabbricato esistente necessitano di interventi di manutenzione e adeguamento relativamente agli elementi del lastricato solare, delle pergole e degli elementi di arredo.
• Gli spazi, per le attività all’aperto delle nuove aule, sono realizzati al piano terra e trovano collocazione tra gli elementi caratterizzanti le aule stesse, oltre a questi spazi di utilizzo esclusivo delle aule al piano terra viene realizzata un’area verde adiacente i parcheggi ed accessibile dal lato est del corpo di fabbrica delle nuove aule.

Considerazioni alla scala urbana
EDIFICAZIONE
• L’edificio scolastico oggetto di riqualificazione per la realizzazione di un polo unico per la scuola primaria nel Comune di Buja è collocato in posizione privilegiata sia da un punto di vista ambientale che strategico in quanto ricade in zona edificata non congestionata. L’area del colle di Collosomano in cui si trova l’edificio scolastico (scuola primaria Pieri Menis) non presenta edificazioni di rilievo ad esclusione di alcune abitazioni residenziali, di uno spogliatoio ad uso dell’adiacente campo di calcio e della palestra facente parte del complesso scolastico.
• A seguito dell’analisi del sito, dalle finalità del concorso e dalle indicazioni ricevute dal personale scolastico, è nata la seguente proposta progettuale, sinteticamente riassunta nel “ concept ” riportato in TAV. 1, in cui si evidenzia la necessità di realizzare un ampliamento dell’edificio scolastico esistente limitato alle nuove esigenze funzionali, la realizzazione di un corpo di fabbrica “ dilatato” per la realizzazione delle nuove aule in continuità con l’edificio scolastico esistente senza che ne alteri o confonda la sagoma di quest’ultimo.
• Il progetto persegue la finalità di realizzare un polo scolastico caratterizzato da spazi chiusi in cui poter studiare e socializzare ed al tempo stesso spazi aperti verso l’ambiente circostante in cui, anche tramite il gioco e lo svago, gli alunni possano apprendere ed imparare. Questo elemento è stato fondamentale per la formulazione dell’idea progettuale.
SPAZI APERTI, VIABILITA’ E PERCORSI
• L’area adiacente il complesso scolastico e gli spazi limitrofi si prestano ad essere organizzati in modo da garantire ampi spazi di gioco e di attività all’aperto anche per la presenza di notevoli alberature. Il bosco presente poco distante la scuola ed il campo da calcio rendono il contesto particolarmente arioso e verde.
• A seguito dell’incremento del numero di alunni e degli uffici amministrativi il progetto di riqualificazione prevede la sistemazione degli ampi spazi di accesso e la riorganizzazione della viabilità e sosta. A tale riguardo viene proposta la realizzazione del nuovo spogliatoio a servizio del campo da calcio in altra area al fine di realizzare una viabilità che garantisca l’accesso dello scuolabus fino al nuovo ingresso coperto della scuola senza la necessità di effettuare manovre di parcheggio. Nelle adiacenze dell’ingresso carrabile dell’istituto vengono realizzati 57 posti auto, a servizio degli insegnanti e dipendenti, dai quali, tramite un percorso pedonale coperto da pensiline è possibile raggiungere l’ingresso dell’istituto.
• L’attuale ingresso carrabile viene mantenuto ed organizzato in modo tale da permettere l’ingresso e l’uscita dei mezzi in sicurezza ed agevolare l’accesso all’area anche ai pedoni e ciclisti. Il progetto di riqualificazione prevede anche il potenziamento delle attuali infrastrutture viarie al fine di migliorare l’accesso all’istituto da parte dei ciclisti, infatti, come meglio illustrato graficamente sulla TAV 1, l’area della scuola ricade tra due assi ciclabili di notevole importanza quali la ciclovia Alpe Adria Radweg CAAR e la pista ciclabile Regionale FVG1 – Ippovia.

×