divisare

Concorso per il restauro e rifunzionalizzazione di parte del Convento del Carmine Nardò (LE)

L’elemento caratterizzante del progetto si riassume in: 1) la demolizione dell’ex-Mercato Coperto e 2) la realizzazione della "Copertura" che renda unitario lo spazio PIAZZA, nella definizione più consona di luogo di incontro e di scambio.
Le opere principali previste saranno le seguenti:

  • Eliminazione delle strutture in c.a. dell’Ex-Mercato Coperto, compresa la pavimentazione esistente, la rimozione di serrande metalliche, di infissi irrecuperabili e di materiali incongrui all’intervento proposto;
  • Realizzazione di scavi di indagine preventive (archeologica e geologica) atti a rinvenire l’eventuale presenza di cisterna (o pozzo), la localizzazione della probabile fondazione della porzione nascosta di quadriportico sette-ottocentesco, ed a far conoscere l’esatta compattezza stratigrafica del terreno, per dimensionare correttamente le fondazioni delle colonne portanti la copertura e di adeguarle sismicamente;
  • Realizzazione di fondamenta della struttura di copertura ad una profondità di ca. ml. 2.50, fatti salvi ulteriori approfondimenti geologici e geotecnici;
  • Eventuale consolidamento e riutilizzo della cisterna per la raccolta delle acque pluviali per la irrigazione delle aree verdi presenti nella Piazza;
  • Realizzazione della copertura della Piazza mediante struttura vetrata sostenuta da 8 esili sostegni cilindrici (hmax ml. 13,20 – Ø cm 60,00) ed un “albero strutturale” realizzati in acciaio. Le strutture previste saranno strutturalmente autonome, isolate dagli edifici circostanti, per non trasmettere azioni orizzontali o verticali, mal sopportate dalle strutture dei fabbricati preesistenti. Anche le pareti verticali di chiusura del nuovo ingresso saranno realizzate con elementi metallici “brise soleil”, verniciati a caldo, sorretti e controventati da elementi svincolati dai fabbricati esistenti. La quota di imposta della copertura assumerà come riferimento la quota corrispondente alla fascia sovrastante gli archi visibili della parte di ex-Convento superiore, per un’altezza max. di circa ml. 15,00, dalla quota di basamento della Piazza, posta ad una quota rialzata di cm. 60,00 dal livello stradale. Il materiale adottato per la parte superiore della copertura sarà in lastre di vetri strutturali selettivi, bassoemissivi, sostenuti da supporto in travi in alluminio. La copertura e le colonne saranno oggetti tecnologici che in unico elemento racchiuderanno struttura, schermatura solare, energia rinnovabile, raccolta acque meteoriche, giacché alcune lastre saranno composte da prismi fotovoltaici.
  • Restauro conservativo dei quadriportico superstite, e realizzazione di basamenti in tufo rivestiti di pietra di Apricena che ricalchino la proiezione dei pilastri dell’antico quadriportico sette-ottocentesco, oggi scomparso, da utilizzare come sedute e panchine;
  • Realizzazione di un nuovo accesso di ml. 10.70 x 1.80 dalla VIA PELLETTIERI, mediante una grande rampa unica, che eviti la differenziazione tra scalini e rampa, così come tra persone normodotate e disabili;
  • Realizzazione di aree verdi con ambiti di arredi-gioco per bambini.
×