Terrazza Florio

In collaborazione con Franco Marabelli

Photos by Gionata Xerra

Collocato negli ambienti che erano i magazzini delle Cantine Florio, sul lungo mare di Marsala, il nuovo spazio della Terrazza Florio è il risultato di un approccio progettuale che, da una parte reinterpreta la relazione tra elementi industriali ed elementi contemporanei e dall’altra unisce architettura, arte e design.
Lo spazio è composto da due diversi ambienti: l’ingresso, al piano terra, e la terrazza di fronte al mare, al primo piano.
All’ingresso si viene accolti da una parete nera sospesa su uno sfondo bianco con ritagliate in profondità le lettere che compongono la scritta Terrazza Florio.
Per accedere alla terrazza si entra in un ambiente bianco e nero dove si trovano la scala, l’ascensore ed elementi di arredo.
I materiali usati per caratterizzare questo locale sono il masseto in sabbia e cemento, l’intonaco e il cemento a vista, volutamente non finiti come i pilastri scoperti durante le demolizioni e lasciati con tutte le loro imperfezioni, conferendo così all’ambiente un senso di modernità incompiuta.
In un alternarsi di pareti e di nicchie, di bianchi e di neri, s’inseriscono arredi disegnati su misura, oggetti e quadri, anch’essi in bianco e nero, che contribuiscono a rendere manifesto il gioco dei volumi.
In questo ambiente, concepito come una galleria d’arte, si trova la scala, che appare come un articolato volume in ferro, smaltato di bianco lucido. I gradini sono neri e nel parapetto sono ricavati fori e tagli di diverse dimensioni che, con la luce naturale di giorno e quella artificiale di sera, creano suggestivi passaggi di luce e richiamano la soluzione utilizzata per il portone della vicina Enoteca Florio.
A fianco della scala sono posizionate tre sedie/sculture di colore rosso che alludono ai tre marchi vinicoli: Corvo, Florio e Duca di Salaparuta.
La parete di fronte all’ingresso viene usata per proiezioni di grandi immagini e tutto il percorso, dall’ingresso alla terrazza, è accompagnato da musica di sottofondo.
Salendo al primo piano si scopre una grande terrazza di 500 mq con vista sul mare.
Sul lato destro lo spazio è caratterizzato da gazebi bianchi di diverse dimensioni, arredati con divani, poltrone e tavoli, anch’essi bianchi.
Gabbioni in rete metallica riempiti di sassi chiudono i lati, mentre al centro una parete di cemento con 14 bocche zampillanti acqua che defluisce in altrettanti vasi bianchi completa la composizione e crea una naturale sensazione di ristoro e relax.
Il lato sinistro, verso il mare, è arredato con tavoli tondi e sedie protetti da grandi ombrelloni.
Un semplice volume rettangolare, rivestito con grandi lastre di gres lucido effetto alabastro, fa da sfondo alla terrazza e serve come banco/bar. Questa zona bar è caratterizzata dalla presenza di un’istallazione a parete in cui il rosso, come per le sedie/sculture, evoca il prodotto dei tre marchi vinicoli.

×