Centro Civico del quartiere Isola-Garibaldi. Milano

L’ESPERIENZA
Il protagonista principale di tutta l'area del quartiere Isola è il verde. L'edificio si inserisce nella maglia dei percorsi della Biblioteca degli Alberi che riprendono gli assi principali delle zone limitrofe, disegnando campi caratterizzati da diverse essenze e da diverse morfologie. Nel progetto, al livello del terreno si privilegia un rapporto “filtrato” con il parco: le funzioni hanno carattere centripeto e si rivolgono all’interno o direttamente verso il cielo nelle corti esterne.
Al livello superiore prevale invece il rapporto diretto con il verde attraverso ampie vetrate schermabili nei mesi estivi.
Il verde è concepito come chiave di lettura, vera e propria esperienza che inizia dal parco e trova la sua naturale conclusione all'interno del Centro Civico. Nella composizione planimetrica viene rivisitato il tema del percorso attraverso setti murari che accolgono e accompagnano le persone nel cuore del Centro Civico. I setti di perimetro sono stati pensati ad una altezza capace di schermare il verde intorno ma non di occultarlo completamente e sono caratterizzati da una texture che permette di vedere attraverso. Il Centro Civico vero e proprio è caratterizzato da una coppia di volumi semplicemente appoggiati alla trama di setti del piano terra e proiettati, attraverso i loro sbalzi e le grandi vetrate, a offrire un nuovo punto di vista della Biblioteca degli Alberi.

LA GENESI
Il Centro Civico va letto come un unicum, dove il volume finale è frutto di sottrazioni progressive dal solido elementare ottenuto dall'estrusione dell'area del lotto; il percorso centrale, su due livelli, segna diagonalmente l'edificio, suddivide il Centro in due parti e ne definisce le funzioni. l piano terra è dedicato all'accoglienza e alle attività legate al relax; superata la zona dedicata alla reception e alle funzioni amministrative, si trova in sequenza una grande sala caratterizzata dalla parete traforata, gli spazi di archivio, i servizi, fino a giungere all'area ristoro. In questo ampio e articolato ambiente trova luogo l'emeroteca, spazi per lo studio, per il dopo-scuola e per lo scambio libri organizzato per catalogazione, per la lettura e per la consultazione internet, con la possibilità di attrezzare la sala in vista di incontri a fini sociali e/o culturali. Il primo piano invece è dedicato alle attività pratiche che il centro civico può ospitare ed è concepito come prolungamento della vita quotidiana degli abitanti. l’Auditorium situato nel blocco a Ovest con una capienza di circa 150 posti, ospiterà lezioni o Lectures, attività musicali, teatrali o di Cine-Forum; il taglio centrale della scala distribuisce da un parte la sala per le mostre, un grande open space che fa della sua flessibilità l'aspetto fondamentale, e che è quindi capace di cambiare volto a seconda dell'allestimento e delle attività (luogo di svago, di attività culturali e ludiche), dall'altra parte l'aula per i laboratori, cucina di quartiere.

LA SOSTENIBILITA’
L'edificio è stato pensato in modo da aver il minor impatto possibile dal punto di vista ambientale ed energetico. La maggior parte dei materiali impiegati deriveranno da processi di riutilizzo e di riciclaggio, ed il legno proverrà da sistema di gestione boschiva che risponda agli standard FSC e PEFC. I coibenti presenti negli elementi opachi saranno di tipo naturale quali fibre di legno o mais; i serramenti a doppia camera basso emissivi incorporeranno un sistema di schermatura solare. L'edificio necessiterà quindi di un esiguo apporto energetico sarà garantito da fonti rinnovabili nel rispetto nella normativa d.l.g.s. 28 marzo 2011 (decreto rinnovabili), ad esempio fotovoltaico, solare termico, caldaia a pellet. L'intero involucro sarà realizzato con struttura in legno compresi parete e solette; le strutture saranno realizzate in legno lamellare pre-assemblate in fabbrica, così come i rivestimenti interni.
L'uso del legno permetterà di ridurre i tempi di costruzione in cantiere e limitare alle fondazioni l'utilizzo del cemento armato all'interno del parco. Per quanto riguarda i rivestimenti esterni saranno realizzati in doghe di materiale composito riciclabile che non necessiti di alcuna manutenzione. L'esposizione delle grandi sale verso il parco garantirà al contempo il soleggiamento naturale e la possibilità di avere a Nord pareti caratterizzate da una doppia facciata ventilata dotate di maggiore massa. Ciò permetterà un ottimale sfasamento termico con conseguenti risparmi sul riscaldamento/raffreddamento degli ambienti. La superficie coperta totale ammonta a circa 520 mq, per una superficie lorda totale di circa 720 mq suddivisa in circa 460 mq al piano terra e in circa 260 mq al piano terra.

×