CASTELLO SEM BENELLI

Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Giorgio Bagnasco

Come un mostro marino, enorme piovra degli abissi, salito sul roccione di fronte a Portofino a scaldarsi al sole e ammirare il paesaggio, il Castello di Sem Benelli si sporge pericolosamente sul mare.
Nato dalla fervida fantasia di Sem Benelli e realizzato dal suo scenografo prediletto, Giuseppe Mancini, nei primi anni del 900.

Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Giorgio Bagnasco

Colosso di pietra e mattoni, nel tempo ha rivelato le sue debolezze permettendo alle pioggie di penetrare negli interstizi tra pietra e
pietra, insinuandosi dietro ai tettucci e filtrando sotto i mattoni dei coronamenti.

Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Giorgio Bagnasco

Infinita la lunghezza dei giunti di calce da proteggere, innumerevoli i mattoni da ricostruire.
Quale altro modo di procedere se non "smontare" idealmente pezzo per pezzo, valutarne lo stato, restauralo e ricomporlo
insieme ad altre migliaia.

Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Giorgio Bagnasco

Così il progetto è stato impostato, individuando le "parti" di questa scultura e intervenendo in ciascuna area con le adeguate tecniche di restaturo e consolidamento.

Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
STEGEO - GENOVA

Il primo approccio iniziato a luglio 2001 con una campagna di rilievi ha consentito di individuare le prime informazioni e ha evidenziato la necessità di realizzare un "cantiere pilota" che permettesse, attraverso analisi e sperimentazioni locali, di individuare le tecniche definitive da applicare sull'intero corpo edilizio.

Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
STEGEO - GENOVA

Scelta la torre levante per la posizione di facile accesso si è proceduto al restauro sperimentando le tecniche nel 2002.
Il cantiere principale è stato avviato all'inizio del 2003 e completato nel 2004.

Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
STEGEO - GENOVA

Le principali tecniche adottate:
Restauro di tutti i giunti a calce tra le pietre del paramento con calce naturale arricchita da inerte scuro.
Ricostruzione dei mattoni consumati con rimodellazione e integrazione delle parti mancanti.
Rifacimento delle coperture in cotto con il estauro delle strutture in legno di sostegno, l'inserimento di guaine di protezione sottostanti e lastre di piombo sagomate nei punti di contatto con la muratura in pietra.
Restauro e protezione delle parti lapidee, pietre, marmi e ardesie.
Ricostruzione delle converse in rame e del sistema di allontanamento delle acque piovane.
Restauro e protezione dei davanzali in mattoni, ardesia ecc.
Restauro elementi in cotto: camini, doccioni, unghie ecc.
Consolidamenti locali: diaframmi in calce ad alta resistenza, fori a rotazione per chiodature acciaio inox, cuci e scuci.

Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Giorgio Bagnasco

Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Giorgio Bagnasco
Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Giorgio Bagnasco
Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Giorgio Bagnasco
Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Giorgio Bagnasco
Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Giorgio Bagnasco
Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Giorgio Bagnasco
Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Giorgio Bagnasco
Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Giorgio Bagnasco
Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Notaio Giorgio Cappetti
Paolo Costa, Giorgio Bagnasco · CASTELLO SEM BENELLI
Notaio Giorgio Cappetti
×