Padiglione Italia Expo 2015

concorso Internazionale di Progettazione per la “progettazione del Padiglione Italia”

Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni

Il Padiglione Italia si propone come espressione architettonica, emozionale e rappresentativa della cultura italiana della contemporaneità, unendo un’architettura moderna, efficiente e tecnologica all’uso puntuale di materiali della tradizione e a spazialità fortemente urbane.
L’edificio, preparandosi all’assetto del sito successivo all’Esposizione Universale, si colloca nel masterplan di EXPO come il baluardo urbano in un paesaggio vegetale antropico, ne coglie i ritmi e le prospettive, ne traduce la matrice agricola e territoriale in forma architettonica.

Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni

Il progetto interpreta il concept proposto attraverso la costruzione di un grande edificio-albero, poggiato su solide basi-tronchi, che contiene nel suo corpo-chioma tutto il programma richiesto. L’edificio si radica in un paesaggio antropizzato che diventa soglia verso il mondo interno di Palazzo Italia. La complessità e fluidità dei suoi spazi interni si offrono come scenario della vita quotidiana, tanto durante EXPO quanto nei possibili usi futuri.
Durante l’Esposizione Universale, l’edificio viene avvolto da una grande installazione artistica che ne translittera il carattere, trasformandolo in un landmark, iconico ma non monumentale, che segni con autorevolezza il paesaggio del sito EXPO. Nella configurazione post-EXPO, si svela il grande curtain-wall in vetro che trasforma le facciate in schermi che restituiscono, tanto attraverso la riflessione di giorno quanto attraverso la trasparenza nelle ore più scure, la vita interna ed esterna dell’edificio, mediata dall’opacità variabile dei vetri stessi.
Gli scavi prodotti per sottrazione nel volume prismatico, tanto esternamente quanto in copertura e nei patii interni, permettono la percezione trasversale dei diversi spazi, mantenendo il contatto visivo tra diverse funzioni e con l’esterno e sottolineando la complessità e permeabilità degli spazi e del programma.
La chiarezza del concept strutturale, la trasparenza delle facciate, le viste trasversali, l’onestà costruttiva interpretano le potenzialità didattiche e di intrattenimento dell’architettura stessa, trasformando l’edificio, nella sua concreta fisicità, in uno straordinario strumento di edutainment, in grado di offrire al visitatore un’esperienza unica e indimenticabile.
Palazzo Italia si mantiene lontano dagli stereotipi di un’italianità banalizzata e propone l’immagine (e la sostanza) di un’Italia moderna con radici profonde nella tradizione, di un’Italia composta e elegante ma ricca di sorprese e a tratti giocosa.

Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni

Gli edifici progettati lungo il Cardo sono concepiti come corpo e materia vitale dei fronti scenografici progettati da Dante Ferretti, con lo scopo di coinvolgere il visitatore in un’esperienza diretta, sensoriale ed educativa. I manufatti si collocano quindi dietro le facciate scenografiche per poi rivelarsi verso gli hortus con una facciata arricchita da essenze vegetali.
La differente aggregazione di moduli prefabbricati restituisce una serie di spazi coperti e aperti in grado di ospitare differenti funzioni di carattere espositivo e una diretta connessione tra il Cardo e gli hortus. La leggerezza della struttura, la relazione diretta con il paesaggio esterno e la flessibilità degli spazi esprimono in maniera evidente il carattere temporaneo dei manufatti.
Il progetto, che per l’intera durata dell’evento si inserisce coerentemente nel disegno del paesaggio dell’area Expo, è in grado poi di assumere una nuova configurazione e di diffondersi negli spazi pubblici della città di Milano senza perdere il suo carattere coinvolgente ed educativo. In questo modo esso raccoglie e diffonde il tema “Nutrire il pianeta, energia per la Vita”: una EXPO diffusa in grado di offrire innovazioni e cambiamenti alla città anche oltre il limite di spazio e di tempo dell’Esposizione Universale.
La varietà dell’aggregazione, la ricchezza dei percorsi a quote differenti, la differente tipologia di spazi, ricreano la bellezza dei paesaggi e dei territori italiani, rendendo ogni manufatto differente e unico.
Gli edifici posti a nord sono in stretta relazione con il Palazzo Italia, coinvolgendo i visitatori e offrendo la possibilità di accedere direttamente al a esso tramite un percorso in quota a partire da Piazza Italia.

Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni

Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
Paolo Mazzoleni, Ombra Bruno, Christiane Egger, UNO-A Architetti Associati, Luca Piraino, Chiara Tardini, studio wok, Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, B22 · Padiglione Italia Expo 2015
Paolo Mazzoleni
×